News

Bergamotto

Bergamotto, l’oro verde della Calabria, il frutto della salute.

Negli ultimi due secoli, in Calabria si è impiantata una specie autoctona di agrume il “bergamotto”, scientificamente riconosciuto come Citrus Bergamia – www.citrusbergamia.com – questo particolare agrume si sviluppa esclusivamente nella fascia jonica della Provincia di Reggio Calabria, dove per un’azione legata ala particolare microclima vegeta e si diffonde facilmente. Oltre ai calabresi che hanno da subito utilizzato i sui frutti a trarne i maggiori benefici commerciali sono state le industrie profumiere. Sono stai infatti i francesi e gli inglesi a ordinare cospicui quantitativi di bergamotto per alimentare le nuove formule per realizzare profumi e aromatizzare bevande come il famoso earl gray.

Per anni del bergamotto si è utilizzato solo la buccia, dal profondo e caratteristico profumo per estrarre l’essenza che ancora oggi la stragrande maggioranza dei consumatori acquista in tutto il mondo, spesso non pura, allungata sinteticamente per esigenze commerciali. Negli ultimi anni dopo ricerche scientifiche ispirate dalla tradizione popolare calabrese che utilizzava il bergamotto per varie cure e per il benessere in genere, si è appurato che il succo del nostro agrume ha grosse potenzialità nutraceutiche. Le ricerche hanno evidenziato che il succo di bergamotto – www.bergasterol.it – ha capacità concrete di abbassare il colesterolo, i trigliceridi e la glicemia.

In questi ultimi anni c’è stato un crescendo di nuovi impianti di agrumeti poiché come per l’essenza, anche il succo è richiestissimo. Chi utilizza il bergamotto per curarsi riesce ad eliminare anche le classiche medicine, in particolare chi deve assumere statine per problemi cardiovascolari, il bergamotto ne contiene a sufficienza e sono di origine naturale cosa da non poco conto visto che non ha gli effetti collaterali delle statine chimiche, per approfondimenti in questo aspetto chiedete al vostro medico.

Il bergamotto, il frutto della salute, non si è mai impiantato in altre regioni del mondo poiché da prove fatte non riesce a produrre la componente chimica del territorio jonico. alcuni agrumeti di bergamotto sono presenti nella costa meridionale della Francia realizzati dagli stessi francesi che preferivano non approvvigionarsi dalla Calabria, troppo distante… altri bergamotteti ci sono sparsi per l’Italia e all’estero, ma di poco valore e per nulla utilizzabili se non per abbellimento. La Calabria riesce ancora a stupire per il suo particolare microclima con frutti della natura che oltre al bergamotto sono estremamente profumati e incontaminati da agenti inquinanti. Il territorio jonico calabrese è privo di insediamenti industriali e il particolare aspetto morfologico e culturale impedisce l’agricoltura intensiva. una situazione quest’ultima che impedisce grandi realizzazioni agricole, ma favorisce una coltivazione dedicata su stile chilometro zero e il più possibile naturale.

Il bergamotto è ancora soggetto a ulteriori studi e concretamente possibile ulteriori sviluppi al suo utilizzo. Video sul Bergasterol

Ad occuparsi della tutela e valorizzazione del bergamotto: l’Associazione AICAL  tel 0964 732888 – 334 8002030